"Ci sono persone che non smetteranno mai di volersi bene. Semplicemente perché ciò che le lega, è più forte di ciò che le divide."

Solo mio.

colorfulsmokered:

Quanto mi odio quando mangio.
Quanto mi odio quando fumo.
Quanto mi odio quando mi guardo allo specchio.
Quanto mi odio quando piango per le cose più stupide.
Quanto mi odio quando prendo in mano quella fottuta lametta.
Quanto mi odio quando bestemmio.
Quanto mi odio.

"non riesco a capire se sono felice o triste.
Esco, fumo, rido, bevo… sono felice, dopo sono schifata, ma poi triste e dopo euforica, ma dopo sono inutile, ed infine triste ed inesorabilmente triste ed affogo in un mare di nero, sangue e lacrime.”
— lgbthismyworld (via tuttelepersonesonospazzatura)
"

Scrivo. Scrivo per raccontare le vite di noi ragazzi adolescenti. Si,ma noi chi siamo? Siamo la generazione degli iPhone,delle foto con le amiche e dei baci rubati. Siamo i ragazzi del McDonald, delle vans e dei tatuaggi, delle sigarette a 14 anni, del vodka alla pesca e dei pearcing. Siamo la generazione degli autolesionisti, del dolore, dei sorrisi finti.Ci nascondiamo dentro le felpe per coprire il nostro corpo che non ci piace,teniamo gli occhi bassi, vogliamo abbracci che non arriveranno e baci mancati. Sogniamo di cambiare le cose ma non sappiamo come fare. Siamo i ragazzi dell’incoerenza, delle promesse rinnegate e delle cuffie nelle orecchie. La generazione di Tumblr e Facebook, che crede solo ai cantanti e ha perso fiducia nell’amore. Ma cosa racconteremo di questi anni? Cosa diremo ai nostri figli dei sogni che la società ci brucia? Racconteremo la storia piena di delusioni e speranza. La storia di sogni ad occhi aperti e promesse rinnegata. La storia piena di problemi.La nostra storia.

La nostra storia basata su internet, social network, terrore e guerre. Una storia di libertà e diritti. Una storia di sogni urlati al vento. Storie di amori confessate alla notte. Ed è di questo che voglio parlare. Degli adolescenti e della loro paura di amare.

— sorridevamafissavailvuoto (via sorridevamafissavailvuoto)
"Tu sei un vizio che fa solo bene. Di solito i vizi uccidono, tu invece fai l’esatto contrario… mi salvi. Sei il mio cerotto. Le abitudini possono essere dimenticate, stravolte o semplicemente modificate, ma i vizi non li scordi mai te li porti nella tomba. E’ come il vizio del fumo, ne senti l’estremo bisogno, ne sei assuefatto. A volte uccideresti per un ultimo tiro in più. Tu per me sei quel tiro in più di ossigeno. Sei dipendenza allo stato puro. Sei la mia dose quotidiana di felicità.”
Pierlugi Vizza (via pierluigivizza)
©
>